Google
 

  Home Page

  Come Arrivare

  Archeologia

  Chiese e Santuari

  Escursioni

  Hotel Gargano

  Laghi

  Musei

  Parco Nazionale

  Photo Gallery

  Isole Tremiti

  Link

 

  Rodi Garganico

  San Menaio

  Peschici

  Vieste

  Mattinata

  Manfredonia

  Apricena

  Cagnano Varano

  Carpino

  Ischitella

  Lesina

  Monte S. Angelo

  Poggio Imperiale

  Rignano G.

  San Giovanni R.

  San Marco in Lamis

  Sannicandro G.

  Vico del Gargano

APRICENA


Apricena, con una popolazione di 13.638 abitanti, sorge tra il Tavoliere e il Gargano e dista 42 km dal capoluogo Foggia.
Le origini della città sono controverse: alcuni autori affermano, sulla base dei reperti ritrovati che questa città trae origine, nel VII-VIII secolo a.C. da Uriate dopo l’invasione del Gargano, degli Illiri Dauni; per altri l'origine è da ricercare nell' insediamento romano di Collatia, città ricordata da Plinio e Frontino, attestato da ritrovamenti quali alcune stele funerarie e da un cippo, sempre funerario.
La storia documentaria della città di Apricena ha origine nell’XI secolo d.C., con le testimonianze circa il "Casale di Procina".
Dopo il periodo di invasione Normanna, il territorio conobbe un periodo di splendore grazie alla dominazione Sveva: Federico II la elegge a terra facente parte del proprio demanio, e rendendola suo territorio di caccia preferito.
Sembra proprio che il nome Apricena sia stato dato proprio Federico II, che dopo aver cacciato un cinghiale, lo stesso cinghiale era da "Apri Coena".(cena di cinghiale)
Con la caduta di Manfredi, figlio di Federico II, Apricena, come tutto il mezzogiorno, passò sotto la dominazione degli Angioini e successivamente degli Aragonesi.
Molti sono stati gli eventi calamitosi abbattutosi su questa cittadina: in particolare, il 30 luglio 1627, un terremoto di inaudita violenza la rase al suolo, con oltre 900 morti.
Apricena, si presenta prevalentemente pianeggiante e le colture principali sono cereali, vigneti, olivi. In ogni caso, l' economia ha il suo fulcro intorno alle cave di pietra: la pietra di Apricena è molto rinomata in Italia e nel mondo.
Tra i luoghi di maggior interesse, si segnalano:
Dolina Pozzatina, Grotte Ingrano
Castel Pagano: Distante circa 10 km dal centro abitato, di origine incerta, circondato dai monti, posto ad un' altezza di 550m, risultava una rocca inespugnabile.
Castello Baronale: Il Palazzo Baronale, di forma quadrilatera con caratteristiche di castello. E' stato edificato nel 1658 sui resti del castello Svevo distrutto dal terremoto, di cui conserva ancora qualche traccia.
Convento benedettino di S. Giovanni in piano risalente al IX secolo.
Santuario di S. Maria Incoronata, patrona di Apricena


Feste e Tradizioni Popolari

10 Maggio: Festa di Maria Santissima dell'Incoronata.
13 Agosto: Venerazione della Madonna dell'Assunta.
15 Agosto: Sagra del Melone
Seconda settimana di settembre: Fiera di Santa Maria.
1 ottobre: Festa di Maria Santissima del Rosario.
Festività di Natale: "Presepe vivente".


disclaimer  -  Privacy  -  contatti